CCIAA di Taranto
 
 
  
 

 

CCIAA di Taranto - Newsletter


 Anno 2, Numero 3

 21 gennaio 2009

 

Ephemeris

Rapporto Unioncamere 2008 "Domanda di Lavoro e Retribuzioni nelle Imprese Italiane".
Laureato, preferibilmente con una specializzazione tecnica e con esperienza lavorativa. E’ questo il profilo del candidato ideale ricercato dalle PMI, ma a fronte di una domanda di lavoro orientata alla qualità, qual è il livello di retribuzione corrispondente? La risposta è contenuta in un rapporto curato da UNIONCAMERE...>>>

Dalla Camera:
Fiere e Mercati Internazionali

Le imprese interessate possono formalizzare la richiesta di partecipazione alla seguente manifestazione fieristica ricompresa nel programma promozionale di Unioncamere Puglia:
Milano - TUTTO FOOD, 10-13 Giugno 2009
(scadenza 27 gennaio 2009) Sono previste agevolazioni e specifiche provvidenze settoriali. Informazioni e schede di adesione: Cciaa Taranto - Sportello Internazionalizzazione
giuliano.deangelis@ta.camcom.it
tel. 0997783031

Focus su:
Internazionalizzazione
La Camera di commercio di Taranto e Bridgeconomies, in collaborazione con Studio Del Sorbo, stanno organizzando due giornate di formazione sul tema:

Due i moduli previsti:
- luned ì 16 febbraio 2009, dalle ore 9.00 alle 14.00 - "Le strategie dell’internazionalizzazione per le PMI del settore dell’agro-alimentare"
- giovedì 5 marzo 2009 dalle ore 10.00 alle 14.00 e dalle 15.30 alle 18.30 - "Importare: le tecniche del commercio internazionale dal punto di vista esclusivo dell’importatore"

Le imprese ed i professionisti interessati possono sin d’ora aderire ad uno o entrambi i moduli compilando la scheda di adesione ed inviandola al n. fax 0997783046 o via e-mail agli indirizzi: marcella_forte@libero.it e francesca.sanesi@ta.camcom.it.
La partecipazione è gratuita e comprensiva di materiali didattici ma, considerato il taglio operativo dei seminari, è assolutamente necessaria la prenotazione.
Scarica il programma e la scheda di adesione
Info: Camera di commercio di Taranto - Sportello per l’internazionalizzazione - Bridgeconomies
dr.ssa Marcella Forte
Tel. 099 778 3074
Fax 099 778 3046
e-mail: marcella_forte@libero.it

INFO

PEC: area.promozione@ta.legalmail.camcom.it
Centralino: (+39) 099 778 3111
Call Center: 199 172310

LA NUOVA SCOMMESSA PUGLIESE: IL DISTRETTO DELLA NAUTICA DA DIPORTO
Inserite già cinque imprese tarantine: in arrivo le nuove adesioni

Il 10 dicembre 2008 la Giunta regionale ha deliberato il primo riconoscimento del "Distretto Produttivo della Nautica da Diporto in Puglia". A distanza di un mese, tale importantissima tappa, alla presenza del vice presidente della Regione, Sandro Frisullo, è stata presentata ufficialmente alla stampa, alle istituzioni e agli operatori del settore nel corso di un affollato incontro alla Camera di commercio di Brindisi. Ha fatto gli onori di casa il presidente dell’ente camerale e coordinatore del Nucleo Promotore, Giovanni Brigante: "il Distretto della Nautica da Diporto in Puglia è una grande opportunità per le imprese pugliesi" è il nono distretto approvato dall’Ente Regione e rispetta le aspettative della costa pugliese, 760 chilometri in grado di ospitare cantieri, rimessaggi, porticcioli, strutture al servizio del turismo nautico".
Ora, una volta avvenuto il riconoscimento ufficiale, si passa quindi dai proponimenti ai fatti seguendo le direttrici indicate dalla Regione: prima di tutto sviluppare una efficace integrazione con le politiche di promozione turistica della Puglia; incrementare e migliorare l’offerta dei servizi sul mercato nazionale internazionale; migliorare la capacità di accoglienza portuale e di servizi; promuovere la relazione del Distretto con il mondo della ricerca; sviluppare l’innovazione nelle produzioni delle imprese; qualificare i profili professionali; migliorare le competenze manageriali nella gestione delle imprese minori.
Il Nucleo promotore del Distretto (costituito da Provincia, Camera di commercio, Comune e Autorità Portuale di Brindisi, Cantieri Danese, Snim, Cisl Cgil Uil, CNA, Confindustria e Assonautica regionale) attiverà nei prossimi giorni tutte le procedure per costituire il Comitato di Distretto: 15 componenti rappresentativi delle istituzioni e delle stesse imprese (cui spettano 7 rappresentanti) Al nuovo organismo spetterà il compito di redigere il programma di Sviluppo della filiera. Una filiera che consentirà la valorizzazione del patrimonio tecnologico e professionale e che punterà sulla ricerca e l’innovazione nei materiali. Una parte di rilievo toccherà alla formazione per la definizione di nuove necessarie figure professionali. Il Distretto, quindi, consentirà nuove opportunità di sviluppo ma anche di nuova occupazione.
Al Distretto produttivo hanno già aderito con entusiasmo 70 imprese pugliesi, ma il regolamento prevede l’adesione di altre aziende anche dopo il riconoscimento ufficiale. Di queste imprese cinque sono tarantine: VentoFresco (Paolo Scarinci), Italiana Servizi, C&D, TarantoYacht, Ondabuena.
All’incontro sono intervenuti l’assessore comunale Mauro D’Attis, l’assessore provinciale Lorenzo Cirasino, l’esperto nominato dalla Camera di commercio, Enzo Caforio, il Segretario generale dell’Autorità Portuale Nicola del Nobile, il consigliere regionale Marcello Rollo. Fra gli interventi finali quello del direttore dell’Assonautica regionale di Puglia, Matteo Dusconi che ha portato anche il saluto della terra ionica e del mondo della nautica da diporto di Taranto e provincia: "saremo presenti con Unioncamere Puglia anche al prossimo Salone della Nautica (SNIM) e alla ormai tradizionale Regata internazionale Brindisi Corfù: ci sono altre imprese, altri organismi e strutture tarantine che sicuramente aderiranno al Distretto Produttivo della Nautica di Puglia. Sicuramente l’iniziativa consentirà un dialogo maggiore tra Adriatico e Jonio: il turismo nautico - di cui tanto si parla e per cui tanto poco si fa - potrà finalmente avere il suo giusto spazio. Per questo ci vorrà una corretta concertazione di pubblico e privato. L’Assonautica, come punto di riferimento istituzionale e promozionale del settore, farà la sua parte.

RAVVEDIMENTO DIRITTO ANNUALE
Nei giorni scorsi è pervenuta dal Ministero dello Sviluppo Economico la nota prot. n. 62417 del 30.12.2008 in merito all’applicabilità immediata delle nuove percentuali del ravvedimento operoso disposte dal D.L. n. 185/2008 che ha modificato l’art. 13 del D .Lgs. n. 472/97 e s.m.i..
Il Ministero ritiene che le nuove disposizioni non abbiano "un automatico effetto di modifica del comma 1, lettere a) e b) dell’art. 6 del D.M. n. 54/2005, il quale fissa in una fonte normativa, di per se autonoma, le sanzioni applicabili".
Questa amministrazione camerale aveva dato invece - per il periodo dal 19.12.2008 al 07.01.2008 - una diversa interpretazione (come indicato nella news datata 19.12.2008).
Nei confronti dei contribuenti che, in questo breve periodo, abbiano ricevuto diversa indicazione dall’ufficio delle Entrate, o tramite il sito camerale, si procederà ai sensi dell’art. 4 del Regolamento camerale in tema di tutela dell’affidamento e della buona fede (ritenendo comunque regolare il ravvedimento effettuato con le percentuali più favorevoli).
Info e nuovo foglio di calcolo nella sezione "Diritto Annuale" del sito www.camcomtaranto.com

________________________________________________________________________________
a cura della Camera di commercio di Taranto / Area economico - promozionale


Documenta WORLDPASS Enterprise Europe Network

Interfidi

Borsa Merci Telematica Unimercatorum



Camera di commercio di Taranto - V.le Virgilio, 152 - 74121 Taranto Cod. Fisc. 80005050739 P.IVA 00413460734
 Visualizza le statistiche