Deposito Bilanci ed elenco soci

Il bilancio di esercizio e il bilancio consolidato delle società di capitali (Spa, Srl, Sapa, Soc. cooperative) e delle società estere avente sede secondaria in Italia, dei GEIE e delle società consortili per azioni o a responsabilità limitata deve essere inviato telematicamente con firma digitale oppure presentato agli sportelli del registro delle imprese su floppy disk o CD con firma digitale, a cura degli amministratori, entro trenta giorni dall'approvazione (ai sensi dell'articolo 2435 codice civile). Il bilancio, composto da stato patrimoniale, conto economico e nota integrativa, deve essere corredato:
  • dalla relazione sulla gestione degli amministratori (tale documento può essere omesso, se il bilancio è redatto in forma abbreviata ai sensi dell'articolo 2435 bis codice civile, purché la nota integrativa contenga le informazioni richieste dai numeri 3 e 4 dell'articolo 2428 codice civile);
  • dalla relazione del collegio sindacale laddove esista questo organo sociale;
  • dal verbale di approvazione dell’assemblea.

Le società per azioni, ad esclusione di quelle quotate nei mercati regolamentati, devono depositare, contestualmente al bilancio l'elenco dei soci, contenente l'indicazione delle partecipazioni (azioni) possedute da ciascuno di essi alla data di approvazione del bilancio e delle eventuali annotazioni nel libro dei soci delle cessioni avvenute tra la data di approvazione del bilancio appena chiuso e quella di approvazione del bilancio precedente. Sono escluse dal deposito dell'elenco soci le società a responsabilità limitata e le società cooperative.

A partire dal 1° gennaio 2000 tale deposito deve essere effettuato solo nel caso in cui l'elenco sia variato rispetto a quello già iscritto nel registro delle imprese e riferito alla data di approvazione del bilancio del precedente esercizio.
I consorzi con attività esterna di cui all'articolo 2612 codice civile devono depositare (con le modalità di cui sopra), entro due mesi dalla chiusura dell'esercizio annuale, la situazione patrimoniale, osservando le norme relative al bilancio di esercizio delle società per azioni .

COOPERATIVE EDILIZIE

Le domande ed i depositi presentati dalle società cooperative edilizie sono soggette all’assolvimento dell’imposta di bollo pari ad € 65,00.

Con parere prot. n. 909-2854/2006 del 20.01.2006 la Direzione Regionale delle Entrate dell'Emilia Romagna, ha stabilito che "le domande d'iscrizione e di deposito nel registro delle imprese presentate dalle società cooperative edilizie non fruiscono di alcuna agevolazione ai fini dell'imposta di bollo, perché non rientranti nell'elencazione dell'art. 66, comma 6-bis, D.L. 331/1993 convertito in L. 427/1993".

 

"Manuale operativo per il deposito bilanci al Registro delle Imprese - Campagna bilanci 2017".

E' disponibile on line la nuova guida Unioncamere per il deposito telematico dei bilanci

Le Camere di Commercio e Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili hanno predisposto una nuova guida con l'intento di facilitare le società e i professionisti nell'adempimento dell'obbligo di deposito del bilancio, oltre a creare linee guida uniformi per l'invio delle suddette pratiche a livello nazionale.

Vai al Manuale

 

NEW - Bilancio delle micro-imprese

L'art. 2435-ter c.c., "Bilancio delle micro imprese", introduce una nuova classe di imprese, le cosiddette micro-imprese, disciplinandone i contenuti del bilancio di esercizio. Secondo tale articolo, sono considerate micro-imprese le società che nel primo esercizio o, successivamente, per due esercizi consecutivi, non abbiano superato due dei seguenti limiti:

  1. totale dell'attivo dello Stato Patrimoniale: 175.000 euro;
  2. ricavi delle vendite e delle prestazioni: 350.000 euro;
  3. dipendenti occupati in media durante l'esercizio: 5 unità.

Le micro-imprese sono esonerate dalla redazione:

  • del Rendiconto Finanziario;
  • della Nota Integrativa
  • quando in calce allo Stato Patrimoniale risultino le informazioni previste dal primo comma dell'art. 2427 c.c., n° 9 (l'importo complessivo degli impegni, delle garanzie e delle passività potenziali non risultanti dallo Stato Patrimoniale) e n° 16 (l'ammontare dei compensi, delle anticipazioni e dei crediti concessi agli amministratori ed ai sindaci);
  • dalla relazione sulla gestione
  • quando in calce allo Stato Patrimoniale risultino le informazioni richieste dall'art. 2428 c.c., n° 3 (il numero e il valore nominale sia delle azioni proprie sia delle azioni o quote di società controllanti possedute dalla società) e n° 4 (il numero e il valore nominale sia delle azioni proprie sia delle azioni o quote di società controllanti acquistate o alienate dalla società, nel corso dell'esercizio).

Nelle micro-imprese pertanto il bilancio d'esercizio può essere composto soltanto dallo Stato Patrimoniale e dal Conto Economico, per i quali sono previsti forma, struttura e contenuti uguali a quelli del bilancio in forma abbreviata.
Manuale operativo per il deposito dei bilanci al registro delle imprese anno 2017

Nel caso in cui le imprese che rientrano nella classe delle micro-imprese volessero comunque presentare il bilancio completo di Nota Integrativa ed eventuale Rendiconto Finanziario, dovranno redigere e depositare il bilancio in forma abbreviata usando la relativa tassonomia.
Al pari delle piccole imprese, anche le micro-imprese potranno comunque presentare il bilancio in forma ordinaria.

 


Informazioni
- - - - - - - - -
Camera di commercio – Taranto
Registro imprese

P.E.C. cciaa.taranto@ta.legalmail.camcom.it
P.E.C. R.I. registroimprese@ta.legalmail.camcom.it
Telefono   099 778.3111
Fax   099 778.3092
Call center 199 172310 (lunedì-venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 14.00 alle ore 17.00)

aggiornata al 23.05.2017