CCIAA di Taranto
 
  
 


Agenti di affari in mediazione

20.11.2017 - Esami per l'idoneità all'esercizio dell'attività di Agente di affari in mediazione II sessione 2017 - data di scadenza e modalità presentazione domande... >>>

29.06.2017 - Esami per l'idoneità all'esercizio dell'attività di Agente di affari in mediazione: Elenco dei candidati ed esito delle prove scritte e orali I sessione 2017... >>>

13.06.2017 - Esami per l'idoneità all'esercizio dell'attività di Agente di affari in mediazione: Esito delle prove scritte e convocazione prove orali I sessione 2017... >>>

06.06.2017 - Esami per l'idoneità all'esercizio dell'attività di Agente di affari in mediazione: candidati ammessi I sessione 2017... >>>

27.04.2017 - Esami per l'idoneità all'esercizio dell'attività di Agente di affari in mediazione I sessione 2017 - data di scadenza e modalità presentazione domande... >>>

09.02.2017 - Esami per l'idoneità all'esercizio dell'attività di Agente di affari in mediazione: Elenco dei candidati ed esito delle prove scritte e orali II sessione 2016... >>>

30.01.2017 - Esami per l'idoneità all'esercizio dell'attività di Agente di affari in mediazione: convocazione prove orali II sessione 2016... >>>

26.01.2017 - Esami per l'idoneità all'esercizio dell'attività di Agente di affari in mediazione: rinvio prova orale II sessione 2016... >>>

20.01.2017 - Esami per l'idoneità all'esercizio dell'attività di Agente di affari in mediazione: Elenco dei candidati ed esito delle prove scritte e convocazione prove orali II sessione 2016... >>>

11.01.2017 - Esami per l'idoneità all'esercizio dell'attività di Agente di affari in mediazione: candidati ammessi II sessione 2016... >>>

29.11.2016 - Esami per l'idoneità all'esercizio dell'attività di Agente di affari in mediazione II sessione 2016 - data di scadenza e modalità presentazione domande... >>>

28.10.2016 - Esami per l'idoneità all'esercizio dell'attività di Agente di affari in mediazione: Elenco dei candidati ed esito delle prove scritte e orali I sessione 2016... >>>

25.10.2016 - Esami per l'idoneità all'esercizio dell'attività di Agente di affari in mediazione: Elenco dei candidati ed esito delle prove scritte e convocazione prove orali I sessione 2016... >>>

14.10.2016 - Esami per l'idoneità all'esercizio dell'attività di Agente di affari in mediazione: candidati ammessi I sessione 2016.. >>>

03.10.2016 - RINVIO: Esami per l'idoneità all'esercizio dell'attività di Agente di affari in mediazione I sessione 2016: data di scadenza e modalità presentazione domande. >>>

28.09.2016 – Esami per l'idoneità all'esercizio dell'attività di Agente di affari in mediazione I sessione 2016: data di scadenza e modalità presentazione domande. >>>

09.05.2016 – Attività di agente di affari in mediazione - iscritti all'ex ruolo ed inattivi. >>>

21.12.2015 – Esami per l'idoneità all'esercizio dell'attività di Agente di affari in mediazione: Elenco dei candidati ed esito delle prove scritte e orali II sessione 2015. >>>

15.12.2015 – Esami per l'idoneità all'esercizio dell'attività di Agente di affari in mediazione: Elenco dei candidati ed esito delle prove scritte e convocazione prove orali II sessione 2015. >>>

04.12.2015 – Esami per l'idoneità all'esercizio dell'attività di Agente di affari in mediazione: candidati ammessi II sessione 2015. >>>

06.11.2015 – Esami per l'idoneità all'esercizio dell'attività di Agente di affari in mediazione: II sessione 2015 - data di scadenza e modalità presentazione domande. >>>

27.10.2015 – Esami per l'idoneità all'esercizio dell'attività di Agente di affari in mediazione: Elenco dei candidati ed esito delle prove scritte e orali I sessione 2015. >>>

16.10.2015 – Esami per l'idoneità all'esercizio dell'attività di Agente di affari in mediazione: Elenco dei candidati ed esito delle prove scritte e convocazione prove orali I sessione 2015. >>>

22.09.2015 – Esami per l'idoneità all'esercizio dell'attività di Agente di affari in mediazione: Elenco dei candidati ed esito delle prove scritte e orali I sessione 2015. >>>

16.09.2015 – Esami per l'idoneità all'esercizio dell'attività di Agente di affari in mediazione: Esito delle prove scritte e convocazione prove orali I sessione 2015. >>>

08.09.2015 – Esami per l'idoneità all'esercizio dell'attività di Agente di affari in mediazione: candidati ammessi I sessione 2015. >>>

01.07.2015 – Esami per l'idoneità all'esercizio dell'attività di Agente di affari in mediazione I sessione 2015 - data di scadenza e modalità presentazione domande. >>>

16.12.2014 – Agenti di affari in mediazione – domanda di esame ...>>>

15.12.2014 – Esami per l'idoneità all'esercizio dell'attività di Agente di affari in mediazione: Elenco dei candidati ed esito delle prove scritte e orali II sessione 2014. >>>

11.12.2014 – Esami per l'idoneità all'esercizio dell'attività di Agente di affari in mediazione: esito delle prove scritte e convocazione prove orali II sessione 2014. >>>

26.11.2014 – Esami per l'idoneità all'esercizio dell'attività di Agente di affari in mediazione: candidati ammessi II sessione 2014. >>>

26.09.2014 – Esami per l'idoneità all'esercizio dell'attività di Agente di Affari in Mediazione_II sessione 2014 - data di scadenza e modalita' presentazione domande. >>>

28.03.2013 – Formazione "I Nuovi adempimenti degli Agenti di Affari in Mediazione - Seminario tecnico per gli addetti ai lavori" ...>>>

12.03.2013 – Entro il 12.5.2013 aggiornamento posizione Ruoli soppressi (Agenti di affari in mediazione, Agenti e rappresentanti di commercio, Mediatori marittimi e Spedizionieri)...>>>

09.05.2012 – Dal 12 maggio 2012 entrano in vigore le nuove procedure per l’esercizio delle attività di agenti di affari in mediazione, agente e rappresentante di commercio, mediatore marittimo e spedizioniere. prime indicazioni operative...>>>

25.05.2009 – Revisione del Ruolo Agenti di affari in mediazione...>>>

Caratteristiche generali
L’agente di affari in mediazione è colui che mette in relazione due o più parti per la conclusione di un affare, senza essere legato ad alcuna di esse da rapporti di collaborazione, di dipendenza o di rappresentanza.

Il ruolo è suddiviso in quattro sezioni:

  • Agenti immobiliari, in cui sono iscritti gli agenti che svolgono attività di mediazione per la conclusione di affari relativi ad immobili ed aziende;
  • Agenti con mandato a titolo oneroso, che operano per conto e su incarico di una sola parte nel settore immobiliare e delle aziende;
  • Agenti merceologici, che svolgono attività per la conclusione d’affari relativi a merci, derrate e bestiame;
  • Agenti in servizi vari, che svolgono attività per la conclusione d’affari relativi al settore dei servizi o, comunque, attività non comprese nelle sezioni precedenti.

Requisiti per l’iscrizione
Sono tenuti all’iscrizione al ruolo Agenti d’affari in mediazione tutte le persone fisiche o società che intendono svolgere, anche saltuariamente o occasionalmente, l’attività di mediazione (Legge 03.02.1989, n. 39 e Legge 05.03.2001, n. 57).

L’esercizio dell’attività di mediazione è incompatibile con:

  • qualsiasi impiego pubblico o privato fatta eccezione per l’impiego presso imprese o società aventi per oggetto l’esercizio dell’attività di mediazione;
  • l’esercizio di attività imprenditoriali e professionali, escluse quelle di mediazione comunque esercitata;
  • la rappresentanza legale di imprese la cui attività risulti incompatibile con l’attività di mediazione. L’incompatibilità non ricorre per coloro che, per la qualifica assunta nell’assetto societario, sono esclusi ex lege dall’esercizio dell’attività di mediazione per conto della società stessa.

Allo stato attuale, le attività riconosciute compatibili con l’esercizio della mediazione d’affari sono quelle di mediazione creditizia e di amministrazione condominiale.

Persone fisiche

Per ottenere l’iscrizione al Ruolo agenti affari in mediazione le persone fisiche devono:

  • essere cittadini italiani o cittadini di uno degli Stati membri della Comunità economica europea, ovvero stranieri residenti nel territorio della Repubblica Italiana, e avere raggiunto la maggiore età;
  • avere il godimento dei diritti civili;
  • essere residenti o con comprovato domicilio professionale nella circoscrizione di competenza della Camera di commercio di Taranto;
  • aver superato un corso di qualificazione presso istituto riconosciuto dalla Regione, ai sensi della vigente normativa;
  • essere in possesso del diploma di Scuola Media Superiore;
  • aver superato l’esame previsto dall’art. 2, lettera e), della Legge n. 39/1989 presso la Camera di commercio di Taranto;
  • non essere stati sottoposti a misure di prevenzione, divenute definitive, a norma della L. 27 dicembre 1956, n. 1423; della L. 10 febbraio 1962, n. 57, della L. 31 maggio 1965, n. 575, della L. 13 settembre 1982, n. 646, salvo che non sia intervenuta riabilitazione;
  • non essere incorsi in reati puniti con la reclusione ai sensi dell’articolo 116 del regio decreto 21 dicembre 1933, numero 1736, e successive modificazioni;
  • non essere interdetti o inabilitati, falliti, condannati per delitti contro la pubblica amministrazione, l’amministrazione della giustizia, la fede pubblica, l’economia pubblica, l’industria ed il commercio, ovvero per delitto di omicidio volontario, furto, rapina, estorsione, truffa, appropriazione indebita, ricettazione, emissione di assegni a vuoto e per ogni altro delitto non colposo per il quale la legge commini la pena della reclusione non inferiore, nel minimo, a due anni e, nel massimo, a cinque anni.

Società

Per ottenere l’iscrizione al Ruolo agenti affari in mediazione le società devono:

  • essere regolarmente costituite (le società di fatto non possono iscriversi come tali, i singoli soci hanno facoltà di iscriversi esclusivamente a titolo individuale come persone fisiche);
  • avere la sede legale nella circoscrizione di competenza della Camera.

Tutti gli amministratori della società (come definiti dalle relative norme del Codice civile – capi III e segg., titolo V, libro quinto – in dipendenza della forma sociale adottata) devono:

  • avere il godimento dei diritti civili;
  • essere iscritti al Ruolo Agenti di affari in mediazione presso la Camera di commercio di residenza ovvero dove sono domiciliati professionalmente;
  • non essere stati sottoposti a misure di prevenzione, divenute definitive, a norma della L. 27 dicembre 1956, n. 1423; della L. 10 febbraio 1962, n. 57, della L. 31 maggio 1965, n. 575, della L. 13 settembre 1982, n. 646, salvo che non sia intervenuta riabilitazione;
  • non essere incorsi in reati puniti con la reclusione ai sensi dell’articolo 116 del regio decreto 21 dicembre 1933, numero 1736, e successive modificazioni;
  • non essere interdetti o inabilitati, falliti, condannati per delitti contro la pubblica amministrazione, l’amministrazione della giustizia, la fede pubblica, l’economia pubblica, l’industria ed il commercio, ovvero per delitto di omicidio volontario, furto, rapina, estorsione, truffa, appropriazione indebita, ricettazione, emissione di assegni a vuoto e per ogni altro delitto non colposo per il quale la legge commini la pena della reclusione non inferiore, nel minimo, a due anni e, nel massimo, a cinque anni.

Il possesso dei predetti requisiti da parte della totalità degli amministratori della società deve essere mantenuto anche in caso di trasformazione o mutamento della forma sociale.

Esami di idoneità
Per poter sostenere l’esame di idoneità è necessario essere in possesso del diploma di scuola media secondaria di secondo grado e aver frequentato i corsi preparatori all’esame di idoneità presso le scuole riconosciute dalla Regione.

E’ possibile frequentare il corso anche presso scuole riconosciute da altre Regioni, ma l’esame dovrà essere sostenuto presso la Camera di commercio del luogo di residenza o del domicilio professionale.

Sono previste annualmente due sessioni d’esame.

La Camera di commercio di Taranto è stata autorizzata dalla Camera di commercio di Roma ad utilizzare per le prove scritte i quiz predisposti da quest’ultima e resi disponibili sotto forma di esercitazioni in linea sul sito della Camera di commercio di Roma.

Per maggiori informazioni circa le modalità di svolgimento delle prove d’esame d’idoneità per l’iscrizione al Ruolo di Agenti di affari in mediazione si rimanda alla consultazione del Regolamento in vigore presso questa Camera di commercio.

Costi

Per l’esame

  • attestazione versamento di € 77,00 sul c/c postale n. 242743 intestato alla Camera di commercio di Taranto, indicando la causale “Agenti di affari in mediazione – domanda esame” o versamento diretto presso gli sportelli del Registro delle imprese della Camera di commercio.

Per l’iscrizione

  • attestazione versamento di € 31,00 sul c/c postale n. 242743 intestato alla Camera di commercio di Taranto, indicando la causale “Agenti di affari in mediazione – iscrizione Ruolo” o versamento diretto presso gli sportelli del Registro delle imprese della Camera di commercio;
  • attestazione del versamento della Tassa di Concessione Governativa di € 168,00 sul c/c postale n. 8003 (reperibile presso gli uffici postali) intestato a Agenzia delle Entrate – Centro operativo di Pescara, indicando la causale: “Tasse e concessioni governative per iscrizione Ruolo mediatori”.

Inizio attività
Entro 30 giorni dall’inizio dell’attività, il mediatore deve presentare denuncia al Registro delle imprese della Camera di commercio nel cui territorio esercita l’attività, e provvedere alla regolarizzazione contributiva presso l’INPS.

Garanzia assicurativa
Per l’esercizio dell’attività di mediazione è obbligatoria la prestazione di idonea garanzia assicurativa a tutela dei clienti, nonché a copertura dei rischi professionali.

L’ammontare minimo di copertura stipulato in polizza è pari a:

  • € 260.000,00 per ditte individuali
  • € 520.000,00 per società di persone
  • € 1.550.000,00 per società di capitali

L’agente o la società iscritti in più sezioni del Ruolo, dovranno assicurare in un’unica polizza separatamente i rischi inerenti le diverse attività, o stipulare più polizze distinte. La polizza dovrà espressamente prevedere copertura assicurativa anche per tutti coloro che nell’interesse dell’impresa svolgono a qualsiasi titolo l’attività di mediazione.

La società che si avvale di preposti regolarmente iscritti e regolarizzati al Registro imprese ed al Ruolo deve documentare la copertura assicurativa degli stessi.
Il preposto deve a sua volta depositare presso il Ruolo la modulistica che utilizza per conto della società nonché dichiarazione relativa alla copertura assicurativa.
Qualora un soggetto, già coperto da polizza assicurativa in quanto operante in una società di mediazione, intenda svolgere la stessa attività a titolo individuale, dovrà essere coperto da ulteriore polizza.
Sarà cura del mediatore, regolarmente iscritto al Ruolo, depositare presso il Ruolo la documentazione concernente i rinnovi annuali delle polizze assicurative (quietanza rilasciata dalla Società Assicuratrice).

La verifica della copertura assicurativa è affidata al Ruolo o in fase di ordinaria gestione del Ruolo, o in occasione delle revisioni quadriennali, e comunque in occasione del rilascio annuale della tessera personale di riconoscimento attestante l’iscrizione nel Ruolo.

In caso di mancato adeguamento delle polizze, il mediatore è soggetto alle sanzioni della sospensione dal Ruolo – articoli 18 lett. a) e 19 punto 3) del Decreto ministeriale 21 dicembre 1990, n.452 – o della radiazione, ai sensi degli articoli 18 lett. c) e 19 punto 2 lett. c).

Tessera di riconoscimento
La tessera personale di riconoscimento attestante l’iscrizione nel Ruolo degli agenti di affari in mediazione, nonché eventualmente l’esercizio dell’attività – mediante annotazione del numero R.E.A. della relativa posizione nel Registro delle imprese – viene rilasciata su richiesta degli interessati ed è soggetta a rinnovo annuale.

La tessera ha validità fino alla data di scadenza della polizza assicurativa, per gli iscritti che esercitano regolarmente l’attività avendo effettuato denuncia della stessa al Registro delle imprese.
Nel caso dell’agente o della società iscritti in più sezioni del Ruolo, che abbiano stipulato più polizze distinte, la tessera ha validità fino alla più vicina data di scadenza della polizza assicurativa.
Il suo rilascio, da parte dell’ufficio camerale competente per la tenuta del Ruolo, è subordinato al deposito di copia conforme dell’originale di polizza assicurativa, regolarmente stipulata, avente durata di validità corrispondente a quella della tessera richiesta (per i successivi rinnovi annuali è richiesto il deposito di copia della quietanza di pagamento del relativo premio, rilasciata dalla società assicuratrice).
La sussistenza della copertura della garanzia assicurativa è annotata sulla tessera, insieme ai dati anagrafici del soggetto intestatario, degli estremi di iscrizione al Ruolo, e – se opera per conto di società – del titolo di rapporto con la società e degli estremi di iscrizione al Ruolo della stessa.

La richiesta di cancellazione dal Ruolo comporta la restituzione del tesserino.

Deposito moduli e formulari
Il mediatore che, nell’esercizio dell’attività, utilizza moduli o formulari in cui annotare le condizioni contrattuali, deve preventivamente depositarne copia presso il Ruolo Agenti di affari in mediazione della Camera di commercio.

Ai sensi dell’art. 17 del D.M. 21 dicembre 1990, n. 452, nei predetti moduli e formulari devono essere indicati gli estremi (numero e data) di iscrizione nel Ruolo degli agenti di affari in mediazione. Nel caso si tratti di società, nei moduli e formulari devono essere indicati gli estremi di iscrizione sia della società che del o dei legali rappresentanti della stessa; altrettanto è richiesto nel caso che la società si avvalga di preposti, dipendenti o collaboratori comunque denominati.
Nel caso di utilizzo, nell’esercizio dell’attività, di moduli o formulari non depositati preventivamente presso il Ruolo, è prevista una sanzione amministrativa pari ad € 1.549,37. Qualora il mediatore si avvalga di moduli o formulari difformi da quelli depositati, è prevista una sanzione pari ad € 516,46.

Variazioni
Le persone iscritte individualmente al Ruolo sono tenute a comunicare tempestivamente all’ufficio Albi e Ruoli l’eventuale cambio di residenza utilizzando l’apposito modulo.
Le società iscritte al Ruolo sono tenute a comunicare tempestivamente all’ufficio Albi e Ruoli eventuali variazioni del legale o dei legali rappresentanti, della ragione sociale e della forma giuridica della Società nonché della sede legale.

Esercizio abusivo dell’attività di mediazione
Ai sensi dell’art. 8 della L. n. 39 del 3.2.1989 e successive modificazioni (Legge finanziaria 2007), l’esercizio dell’attività di agente d’affari in mediazione senza l’iscrizione nel Ruolo comporta la sanzione amministrativa da € 7.500,00 a € 15.000,00.
Per coloro che siano incorsi per tre volte nella sanzione, anche se hanno effettuato il pagamento con effetto liberatorio, si applicano le pene previste dall’art. 348 del Codice penale e dall’art. 2231 del Codice civile.

Sanzioni disciplinari
Ai sensi del Decreto ministeriale 21 dicembre 1990, n. 452, artt. 18 e 19, l’agente che viola i suoi doveri e manca a qualcuno degli obblighi che la legge gli impone per la sua attività è soggetto alle seguenti sanzioni disciplinari:

  • sospensione dal ruolo se il mediatore compie irregolarità nell’esercizio dell’attività, se non ha depositato moduli e formulari di cui si avvale;
  • radiazione dal ruolo se il mediatore ha turbato gravemente il buon andamento del mercato o se ha compiuto atti inerenti la mediazione durante il periodo di sospensione o se ha avuto per tre volte irrogata la sospensione;
  • cancellazione dal ruolo quando si verifica una situazione di incompatibilità e quando viene a mancare uno dei requisiti richiesti per l’iscrizione.

Revisione quadriennale
L’art.3 del Decreto ministeriale 21 dicembre 1990, n. 452 prevede che il Ruolo sia sottoposto a revisione ogni quattro anni per l’accertamento della permanenza dei requisiti richiesti per l’iscrizione, nonché per la verifica dell’esercizio dell’attività di mediatore dell’iscritto e per l’accertamento di eventuali incompatibilità (così come regolate dall’art. 18 della Legge 5 marzo 2001 n. 57, punto 3 lettere a e b) che possono determinare la cancellazione dal Ruolo.

Il mediatore cancellato dal Ruolo può chiedere una nuova iscrizione una volta rimossa la causa della cancellazione (art. 20 del Decreto ministeriale 21.12.1990 n. 452).

Note

Segnalazioni e sanzioni
Nel caso in cui l’utente voglia segnalare il comportamento scorretto di un mediatore o di una società che svolge l’attività di mediazione, lo stesso può presentare un esposto agli sportelli della Camera di commercio, o per posta al seguente indirizzo:

Camera di commercio di Taranto
Ruolo degli agenti di affari in mediazione
Cittadella delle imprese
Viale Virgilio, 152
74121 Taranto

indicando sinteticamente i fatti inerenti la trattativa, i dati identificativi dei soggetti che hanno condotto la mediazione, nonché copia della documentazione utilizzata (a titolo esemplificativo: copia della proposta di acquisto/locazione, copia del conferimento dell’incarico di mediazione, copia di biglietti da visita, pubblicità su internet e/o quotidiani, etc ...).

Iter procedurale
Pervenuto l’esposto viene avviata l’istruttoria con instaurazione di un contraddittorio scritto tra le parti e compimento di tutti gli accertamenti d’ufficio, anche con l’ausilio della Polizia amministrativa.
Al termine dell’iter, all’utente viene comunicato l’esito istruttorio che può consistere in:

  • sanzioni amministrative a carico di soggetti abusivi;
  • denuncia alla Procura della Repubblica dopo la terza sanzione comminata per esercizio abusivo della mediazione;
  • sanzioni amministrative nel caso di utilizzo di modulistica difforme e/o non depositata in Camera di commercio;
  • sanzioni disciplinari a carico del soggetto iscritto qualora si riscontrino comportamenti non conformi alla deontologia professionale;
  • archiviazione, nel caso di infondatezza dell’esposto.

Informazioni
- - - - - - - - -
Camera di commercio – Taranto
Ufficio Albi, Ruoli e Registri

P.E.C. cciaa.taranto@ta.legalmail.camcom.it
Tel.: 099 778.3111
Fax: 099 778.3092
Call center 199 172 310

Tel. 099-778.3126   laura.liuzzi@ta.camcom.it
Tel. 099-778.3032   carla.primicerj@ta.camcom.it

Aggiornata al 20.11.2017  

 

 

Documenta WORLDPASS Enterprise Europe Network

Interfidi

Borsa Merci Telematica Unimercatorum



Camera di commercio di Taranto - V.le Virgilio, 152 - 74121 Taranto Cod. Fisc. 80005050739 P.IVA 00413460734
 Visualizza le statistiche