SISTRI

(Sistema Informatico di Tracciabilità dei Rifiuti)

05.05.2014 – Esclusi da sistri i produttori sotto i 10 dipendenti - proroga pagamento contributo al 30 giugno 2014... >>>

30.04.2012 – Sistri, slitta al 30 novembre il pagamento dei contributi 2012 ...>>>

24.02.2012 – Nuova proroga per per l'avvio del SISTRI ...>>>

03.02.2012 – Prorogato l'avvio dell'operatività di SISTRI...>>>

29.12.2011 - Rinviata la scadenza per la presentazione della dichiarazione SISTRI/MUD ...>>>

23.09.2011 - Ripristino del SISTRI e nuovi termini per la sua operatività ...>>>

30.08.2011 - Abrogazione norme istitutive del SISTRI ...>>>

26.05.2011 - Sistri: si comincia il 1 settembre con le grandi imprese ...>>>

06.10.2010 - Sistri – Decreto ministeriale 28 settembre 2010...>>>

Sistri: iniziata la consegna dei dispositivi USB...>>>

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 9 del 13 gennaio 2010 (Supplemento ordinario n. 10) il D.M. 17 dicembre 2009 che istituisce il “SISTRI”, ossia il Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti al quale dovranno iscriversi i soggetti individuati all’art. 1 del predetto Decreto Ministeriale. Il decreto è in vigore dal 14 gennaio 2010.

Il nuovo sistema SISTRI:

  • andrà a sostituire l’attuale gestione cartacea dei rifiuti (effettuata finora tramite i Formulari di identificazione e i Registri di carico e scarico);
  • prevede l'abolizione del MUD a partire dal 2011 (dovrebbero essere tenuti alla presentazione solo i soggetti che curano la raccolta dei rifiuti urbani).

SCADENZE ISCRIZIONI

Entro il 13 febbraio 2010 per gli installatori dei dispositivi Black Box
Dal 14 gennaio al 30 marzo 2010 (avvio del sistema Sistri fissato per il 13 luglio 2010) per gli utenti del primo gruppo
Dal 13 febbraio al 29 aprile 2010 (avvio del sistema Sistri fissato per il 12 agosto 2010) per gli utenti del secondo gruppo
Dal 12 agosto 2010 in poi gli utenti la cui iscrizione al SISTRI risulta essere facoltativa

MODALITA' ISCRIZIONE

I soggetti individuati ai sensi del D.M. 17 dicembre 2009 sono tenuti all’iscrizione utilizzando a propria scelta una delle seguenti modalità:

  • on line collegandosi al portale SISTRI www.sistri.it;
  • via fax al seguente numero 800 050863;
  • telefonicamente al numero verde 800 003836 che sarà attivo nei giorni feriali, compreso il sabato, dalle 6.00 alle 22.00, sino alla scadenza del termine per l’iscrizione in sede di prima applicazione del decreto; successivamente il call centre sarà attivo nei giorni feriali, dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 17,30 ed il sabato dalle 8.30 alle 12.30.

Entro 48 ore dalla ricezione dei dati di iscrizione gli utenti riceveranno via mail o via fax o per telefono al numero indicato:

  • l’avviso di ricevimento della comunicazione inviata;
  • il numero di pratica assegnato.

Il nuovo sistema funzionerà sostanzialmente grazie ad:

  • un dispositivo elettronico USB per l'accesso in sicurezza dalla propria postazione al sistema informatico idoneo a consentire la trasmissione dei dati, a firmare elettronicamente le informazioni fornite e a memorizzarle sul dispositivo stesso
    e
  • ad un dispositivo elettronico da installarsi su ciascun veicolo che trasporta rifiuti con la funzione di monitorare il percorso effettuato dal medesimo, definito Black Box.

Per quanto riguarda l’installazione dei dispositivi Black Box sui veicoli adibiti al trasporto dei rifiuti, questa potrà essere effettuata dalla imprese iscritte nel Registro delle imprese esercenti attività di autoriparazione di cui alla legge 5 febbrario 1992 n. 122, sezione elettrauto.
Per essere autorizzate all’installazione del dispositivo Black Box, gli installatori dovranno presentare apposita domanda, entro il 13 febbraio 2010, al Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, accedendo al sito www.sistri.it e compilando l’apposita sezione.

CONSEGNA DEI DISPOSITIVI

La Camera di commercio, non appena riceverà dal Ministero competente i dispositivi USB, contatterà tutte le imprese in regola con l'iscrizione al fine di procedere con la distribuzione degli stessi secondo tempi e modalità previste.

Il ritiro dei dispositivi deve essere effettuato dal legale rappresentante dell’impresa o da un suo incaricato.

Per procedere al ritiro dei dispositivi USB, è necessario presentare la seguente documentazione:

  • copia della ricevuta di pagamento del contributo di iscrizione al SISTRI, previsto nell’Allegato II relativo alla/e categoria/e di appartenenza, per ciascuna unità locale;
  • dichiarazione, resa dal legale rappresentante ai sensi degli artt. 46 e art. 47 del D.P.R. 445/2000, contenente un’autocertificazione dei dati comunicati in fase di iscrizione. Per coloro che avranno effettuato la procedura di iscrizione con la modalità "on line", il modulo di autodichiarazione sarà generato automaticamente dal sistema; esso dovrà essere stampato e sottoscritto dal legale rappresentante. Coloro che avranno effettuato la procedura di iscrizione con le altre modalità dovranno redigere la dichiarazione compilando il modulo di autodichiarazione (modulo di iscrizione al Sistri n. 2);
  • fotocopia leggibile di un documento di identità del legale rappresentante dell’azienda in corso di validità;
  • fotocopia leggibile del/i documento/i di identità del/i delegato/i, qualora siano stati individuati uno o più delegati;
  • numero di pratica assegnato dal Sistema;
  • attestato di versamento dei diritti di segreteria dovuti alle Camere di commercio.

In caso di ritiro da parte di un soggetto diverso dal legale rappresentante, oltre ai documenti sopra indicati, l’incaricato al ritiro dovrà presentarsi munito:

  • del proprio documento di riconoscimento;
  • della delega per il ritiro scritta in carta semplice secondo il formato che sarà reso disponibile sul sito del Portale SISTRI e firmata dal legale rappresentante.

Se i documenti presentati al momento del ritiro dei dispositivi dovessero essere incompleti o dovessero necessitare di rettifiche dei dati, l’addetto alla consegna concorderà con l’operatore un nuovo appuntamento per il completamento della procedura e rilascerà all’utente un modulo nel quale verrà specificato quali documenti sono errati o mancanti. Contestualmente la Camera di commercio comunicherà al Sistri la mancata consegna dei dispositivi.

L’addetto alla consegna dei dispositivi USB, dopo aver terminato la verifica dei documenti:

  • stampa dal sistema e fa firmare al soggetto incaricato al ritiro i seguenti documenti:
    • la dichiarazione di presa visione dell’informativa sul trattamento dei dati personali e di consenso al trattamento degli stessi;
    • la dichiarazione di impegno all’uso corretto e alla custodia dei dispositivi USB;
  • consegna al soggetto incaricato al ritiro:
    • un plico contenente il/i dispositivi USB già precedentemente personalizzato/ e le stampe in busta cieca della password per l’accesso al sistema, della password di sblocco del/i dispositivo/i USB (pin), del puk, dell’identificativo utente (username) e del numero di serie del dispositivo.

ADEMPIMENTI NELLA FASE TRANSITORIA

Per le disposizioni transitorie vedasi l'articolo 12 del D.M. 17 dicembre 2009.
Resta in vigore l'adempimento previsto per il M.U.D.

Per qualsiasi informazione riguardante l’iscrizione al sistema, occorre collegarsi al sito internet www.sistri.it dove sono presenti la normativa di riferimento, la modulistica e i termini per far fronte agli adempimenti previsti.

CONVENZIONI TRA CCIAA E ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA

La Camera di commercio di Taranto, recependo quanto stabilito in un apposito accordo quadro condiviso tra Unioncamere e Associazioni di categoria (Casartigiani, CIA, CLAII, CNA, Coldiretti, Confagricoltura, Confartigianato, Confapi, Confcommercio, Concooperative, Confesercenti, Confindustria, Legacoop), è disponibile a sottoscrivere con le Associazioni che lo richiedano formalmente convenzioni che regolamentino lo svolgimento delle attività di rilascio dei dispositivi USB che renderanno operativo il sistema informatico di tracciabilità dei rifiuti.

A seguito delle convenzioni tra Camera di commercio e Associazioni di categoria le imprese del territorio saranno facilitate nei loro adempimenti, con risparmio di tempo e denaro. Le convenzioni siglate prevedono la possibilità per le imprese – ferma restando la disponibilità della Camera – di rivolgersi anche alle Associazioni di fiducia per lo svolgimento di questi adempimenti.

Le Associazioni che vogliano avere informazioni e/o inviare richiesta di stipula della predetta convenzione possono scrivere all'indirizzo:

registroimprese@ta.legalmail.camcom.it

Riferimenti

Decreto Ministeriale 28 settembre 2010

Nota Esplicativa D.M. 28 settembre 2010

Decreto ministeriale 15 febbraio 2010

D.M. 17 dicembre 2009

Sistri – FAQ

Sistri – Prospetto sintetico

www.sistri.it

Informazioni
- - - - - - - - -
Camera di commercio – Taranto
Registro imprese

P.E.C. cciaa.taranto@ta.legalmail.camcom.it
P.E.C. R.I. registroimprese@ta.legalmail.camcom.it
email: ambiente@ta.camcom.it
Telefono: 099 778.3111
Fax: 099 778.3092
Call center 199 172310 (lunedì-venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 14.00 alle ore 17.00)
dr. Giuliano De Angelis   Tel. 099-778.3031   giuliano.deangelis@ta.camcom.it
dr.ssa Carla Primicerj   Tel. 099-778.3032   carla.primicerj@ta.camcom.it

Aggiornata al 05.05.2014