CCIAA di Taranto
 
  
 


IMPORTI

Come già riportato nel capitolo SOGGETTI TENUTI AL PAGAMENTO il diritto annuale è dovuto in maniera diversa a seconda della tipologia di impresa:

  • le imprese individuali (indipendentemente dalla sezione di iscrizione) ed i soggetti iscritti solo nel R.E.A. (repertorio delle notizie economiche ed amministrative) pagano in "misura fissa";

  • tutti gli altri soggetti in "misura commisurata al fatturato" con unica eccezione quella di alcuni soggetti quali le società semplici e le società di cui al D. Lgs. n. 96/2001 (società tra avvocati) che, in attesa di definire le modifiche regolamentari necessarie a stabilire la modalità di calcolo in base al fatturato, sono tenuti al pagamento del diritto annuale - in via transitoria - in misura predefinita.

Con nota circolare n. 0026505 del 16/01/2018 il Ministero dello Sviluppo Economico ha confermato quanto già disposto con decreto interministeriale 8 gennaio 2015 "Determinazione delle misure del diritto annuale dovuto per l'anno 2015 alle Camere di commercio" alla luce delle riduzioni della misura del diritto annuale stabilite dall'art.28 comma 1 del D.L. n. 90/2014 convertito con modificazioni nella legge n. 114/2014, ricordando che la riduzione percentuale stabilita a partire dall'anno 2017 è pari al 50 % rispetto a quanto previsto dagli articoli da 2 a 6 del D.M. 21/04/2011 "Determinazione delle misure del diritto annuale 2011" con l'aggiornamento dinamico di tutti i riferimenti e termini temporali e con le riduzioni percentuali previste per legge.

Per le Camere di commercio, come quella di Taranto, che sono già state autorizzate dal Ministero dello Sviluppo Economico all'incremento percentuale del 20% delle misure del diritto annuale per il triennio 2017-2019 (con decreto del 22/05/2017, con successivo decreto del 2 marzo 2018 tale autorizzazione ha riguardato - per il biennio 2018-2019 - altre 9 Camere di commercio) anche per l'anno 2018 si applicano, alle misure fisse e predefinite del diritto annuale come stabilite con D.M. 21 aprile 2011, prima la riduzione del 50% è poi l'incremento percentuale del 20%, così che gli importi, di seguito riepilogati, restano sostanzialmente invariati rispetto a quanto già stabilito per il 2016 e 2017.

Si ricorda che in ogni caso ai suddetti importi si applicano le modalità di calcolo e arrotondamento stabilite con nota circolare del MISE n. 19230 del 3/03/2009 ed ulteriormente illustrate con nota circolare MISE n. 227775 del 29/12/2014.

Illustreremo pertanto gli importi distinguendo in due sezioni:

  • nella sezione MISURA FISSA E IMPORTI PREDEFINITI troveranno indicazioni le imprese individuali iscritte sia nella sezione speciale che in quella ordinaria, tutti i soggetti iscritti nel solo repertorio delle notizie economiche ed amministrative (comprese le unità locali e le sedi secondarie di imprese con sede principale all'estero), nonchè le società semplici e le società di cui al D.Lgs. n. 96/2001 (società tra avvocati) cui si applica - ancora per quest'anno - un regime transitorio che prevede un importo predeterminato.

  • nella sezione IMPORTI IN BASE AL FATTURATO tutte le altre tipologie di soggetti la cui base imponibile è il fatturato dichiarato su modello IRAP oppure rilevato contabilmente.


Misura fissa ed importi predefiniti


Importi in base al fatturato

 

Informazioni
- - - - - - - - -
Camera di commercio – Taranto
Ufficio delle Entrate

Viale Virgilio n. 152 – 74121 TARANTO
Tel. 099 778 3150 – 099 778 3129 - Fax diretto 099 778 3042
email: dirittoannuale@ta.camcom.it
sito: www.camcomtaranto.gov.it

orari di apertura al pubblico:
dal lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle 11,00

Aggiornata al 14.06.2018  

 

 

Documenta WORLDPASS Enterprise Europe Network

Interfidi

Borsa Merci Telematica Unimercatorum



Camera di commercio di Taranto - V.le Virgilio, 152 - 74121 Taranto Cod. Fisc. 80005050739 P.IVA 00413460734
 Visualizza le statistiche