SANZIONI AMMINISTRATIVE

Nell’area della regolazione del mercato e della tutela della fede pubblica viene svolta l’attività sanzionatoria, quale materia attribuita definitivamente alle Camere di commercio, a seguito del decentramento amministrativo operato dal D.Lgs. n.112/98.
L'Ufficio Sanzioni adotta provvedimenti sanzionatori di natura amministrativa, a seguito di ricezione di verbali di accertamento di violazioni commesse da operatori economici ai quali sia stato contestato o notificato, da parte degli organi accertatori, un illecito amministrativo.
L'Ufficio ha competenza su diverse materie riconducibili all'area della tutela del consumatore, ma le violazioni più frequentemente contestate riguardano:
- infrazioni di norme dettate dal Codice Civile e da altre disposizioni a carico di imprenditori e società iscritte al Registro delle Imprese;
- inosservanza di leggi poste a tutela del consumatore in genere.
Presso l'Ufficio Sanzioni si instaura un procedimento e gli interessati possono far valere i propri diritti presentando scritti difensivi e/o chiedendo l'audizione personale al fine di ottenere l’applicazione della sanzione minima o, sussistendone le ragioni giuridiche, l'archiviazione del verbale di accertamento.

Qualora sussistano i requisiti, previa richiesta del sanzionato, l’Ente ha facoltà di concedere il pagamento rateale della sanzione pecuniaria. Le rate (il cui numero non può essere superiore a 30) hanno scadenza mensile e non possono avere un importo inferiore a Euro 15,49. In qualunque momento il debito può essere estinto mediante un unico pagamento.

Normativa di riferimento: Legge 24 novembre 1981, n.689

Documentazione allegata:

Fac-simile richiesta pagamento rateale

Fac-simile scritti difensivi

Informazioni
- - - - - - - - -
Camera di commercio – Taranto
Ufficio Sanzioni


Fax: 099 778.3180

aggiornata al 06.02.2013