CCIAA
ISNART
Unoincamere

marchio ospitalità italiana

BANDO DI SELEZIONE PER L'ASSEGNAZIONE DEL
MARCHIO DI QUALITA’ OSPITALITA’ ITALIANA 2011

Il termine ultimo per la trasmissione delle domande di candidatura per l'assegnazione del Marchio di Qualità Ospitalità Italiana 2011 di cui al seguente bando, già previsto per le ore 12.00 di venerdì 3 dicembre 2010 è prorogato alle ore 12.00 di venerdì 10 dicembre 2010.

Articolo 1
La Camera di commercio di Taranto, nell’ambito delle azioni per la promozione del settore turistico, in collaborazione con le associazioni delle categorie economiche interessate e dei consumatori e con Isnart – Istituto Nazionale Ricerche Turistiche, istituisce l'assegnazione alle imprese ricettive e ristorative, che ne faranno richiesta e che avranno i requisiti previsti dal disciplinare allegato al presente bando, di un marchio di qualità valido per l’anno 2011 denominato Ospitalità Italiana, come elemento distintivo "a garanzia della qualità del servizio". In particolare saranno assegnati:
         1) n. 2 (due) marchi alla categoria “Alberghi”;
         2) n. 3 (tre) marchi alla categoria “Ristoranti”.

Articolo 2
Sono ammesse alla selezione per l'assegnazione del marchio Ospitalità Italiana gli Alberghi ed i Ristoranti che operano nella provincia di Taranto, iscritti nel Registro Imprese tenuto dalla Camera di commercio di Taranto ed in regola con il pagamento del diritto annuale (la Camera di commercio provvederà a verificare la regolarità dei pagamenti) e con le disposizioni normative vigenti (es. ex HACCP, ex 626, CPI, etc.).
La domanda di ammissione alla selezione va redatta su apposito modulo (scaricabile dal sito www.camcomtaranto.gov.it) e sottoscritta dal legale rappresentante del soggetto richiedente ai sensi dell’art. 38 del DPR 445/2000. Essa potrà essere, quindi, spedita a partire dalle ore 12.00 di lunedì 15 novembre 2010 e fino alle ore 12.00 di venerdì 3 dicembre 2010 esclusivamente a mezzo fax al n. 0997783046. La domanda di ammissione alla selezione deve essere compilata in ogni sua parte, pena l’esclusione delle domande che non contengano tutte le notizie richieste.
La Camera di commercio di Taranto procederà ad effettuare una pre - selezione delle domande pervenute sulla base dei seguenti criteri:
         a) ordine cronologico di arrivo;
         b) possesso dei requisiti richiesti;
         c) tutela di una equilibrata distribuzione del marchio su tutto il territorio provinciale.
Saranno, pertanto, ammesse alla selezione di cui al successivo art. 3 solo n. 2 domande per la categoria “Alberghi” e n. 3 domande per la categoria “Ristoranti”.

Articolo 3
Alle cinque strutture ammesse alla selezione secondo i criteri di cui al precedente art. 2 sarà comunicato il periodo nel quale sarà effettuata la visita ispettiva. Non sarà, invece, concordato e comunicato il giorno dell’ispezione che avverrà - nell’ambito del periodo indicato - senza preavviso e da parte di esperti selezionati da un ente terzo. Nel corso della visita, detti esperti provvederanno a compilare una scheda di valutazione della rispondenza della struttura e dei servizi ai requisiti previsti dal menzionato disciplinare.

Articolo 4
Un'apposita Commissione, composta dal Segretario generale f.f. della Camera di commercio di Taranto o suo delegato, da un rappresentante della Camera di commercio di Taranto delegato dal Presidente dello stesso Ente, dal componente del Consiglio della Camera di commercio di Taranto in rappresentanza delle associazioni dei consumatori, da un rappresentante delle associazioni di categoria e da un rappresentante di Isnart, predisporrà la graduatoria delle strutture ammesse alla selezione al termine dell’esame delle schede di adesione pervenute.

A seguito delle visite ispettive di cui all’ art. 3, la stessa Commissione di valutazione esaminerà le schede di valutazione compilate nelle quali è riportato dal valutatore il punteggio conseguito in esito all’ispezione.

Il punteggio minimo per l’assegnazione del marchio è indicato di seguito:

Hotel
• 2 stelle devono raggiungere il punteggio di almeno 130/200
• 3 stelle devono raggiungere il punteggio di almeno 150/200
• 4 stelle devono raggiungere il punteggio di almeno 155/200
• 5 stelle devono superare 160/200

Ristoranti devono raggiungere il punteggio di almeno 150/200

La Commissione di valutazione, infine, stilerà per ognuna delle categorie considerate la graduatoria in ordine decrescente di punteggio delle strutture valutate ed assegnerà il marchio di qualità ai due alberghi ed ai tre ristoranti che abbiano ottenuto il punteggio più elevato.
In caso di parità di punteggio, il marchio sarà assegnato all’impresa la cui domanda di ammissione sia pervenuta per prima.
Non saranno resi noti i nomi delle strutture che verranno escluse dalla certificazione.

Articolo 5
La Camera di commercio di Taranto si riserva la facoltà di consegnare l'attestazione relativa al conseguimento del marchio Ospitalità Italiana nel corso di un'apposita cerimonia pubblica, a ciò espressamente autorizzata dai premiati.

Articolo 6
Il riconoscimento del marchio potrà essere revocato, con conseguente impossibilità da parte dell'impresa di fregiarsene in qualsiasi iniziativa di carattere promozionale o pubblicitario, qualora, in sede di verifiche periodiche operate dagli esperti di cui al precedente art. 3, vengano meno i requisiti necessari per il mantenimento.

Articolo 7
Saranno realizzati attestati, vetrofanie, targhe per l’adeguata segnalazione del marchio Ospitalità Italiana. Inoltre la diffusione e la promozione del marchio di qualità a favore degli operatori che ne sono titolari avverranno tramite l'inserimento gratuito nel sito Internet www.10q.it e tutte le relative azioni promozionali.

Taranto, 11.11.2010

Disciplinare “Albergo”

Scheda di adesione “Albergo”

Disciplinare “Ristorante”

Scheda di adesione “Ristorante”