CCIAA di Taranto
 
  
 


M.U.D. 2018

 

La legge 205/2017 prevede la proroga a fine 2018 del periodo transitorio (previsto dal D.L. 101/2013) in cui continuano ad applicarsi gli adempimenti e gli obblighi relativi alla gestione dei rifiuti antecedenti alla disciplina del sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti (SISTRI), così come previsti dagli articoli 188, 189, 190 e 193 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 , nel testo previgente alle modifiche apportate dal decreto legislativo 3 dicembre 2010, n. 205, nonché le relative sanzioni.

In particolare l'articolo 189, comma 3 prevede che chiunque effettua a titolo professionale attività di raccolta e trasporto di rifiuti, i commercianti e gli intermediari di rifiuti senza detenzione, le imprese e gli enti che effettuano operazioni di recupero e di smaltimento di rifiuti, i Consorzi istituiti per il recupero ed il riciclaggio di particolari tipologie di rifiuti, nonché le imprese e gli enti produttori iniziali di rifiuti pericolosi e le imprese e gli enti produttori iniziali di rifiuti non pericolosi di cui all'articolo 184, comma 3, lettere c), d) e g), comunicano annualmente alle Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura territorialmente competenti, con le modalità previste dalla legge 25 gennaio 1994, n. 70, le quantità e le caratteristiche qualitative dei rifiuti oggetto delle predette attività.

Il Decreto del Presidente del Consiglio del 28 dicembre 2017 contiene il modello e le istruzioni per la presentazione delle Comunicazioni entro il 30 aprile 2018, con riferimento all'anno 2017, da parte dei soggetti interessati che sono così individuati:

  1. Comunicazione Rifiuti
    • Chiunque effettua a titolo professionale attività di raccolta e trasporto di rifiuti;
    • Commercianti ed intermediari di rifiuti senza detenzione;
    • Imprese ed enti che effettuano operazioni di recupero e smaltimento dei rifiuti;
    • Imprese ed enti produttori iniziali di rifiuti pericolosi;
    • Imprese ed enti produttori che hanno più di dieci dipendenti e sono produttori iniziali di rifiuti non pericolosi derivanti da lavorazioni industriali, da lavorazioni artigianali e da attività di recupero e smaltimento di rifiuti, fanghi prodotti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque e dalla depurazione delle acque reflue e da abbattimento dei fumi (così come previsto dall'articolo 184 comma 3 lettere c), d) e g)).

    Si ricorda inoltre che sono esclusi dall'obbligo di presentazione del MUD, in base alla Legge 28 dicembre 2015, le imprese agricole di cui all'articolo 2135 del codice civile, nonché i soggetti esercenti attività ricadenti nell'ambito dei codici ATECO 96.02.01, 96.02.02 e 96.09.02.

  2. Comunicazione Veicoli Fuori Uso

    • Soggetti che effettuano le attività di trattamento dei veicoli fuori uso e dei relativi componenti e materiali.

  3. Comunicazione Imballaggi

    • Sezione Consorzi: CONAI o altri soggetti di cui all'articolo 221, comma 3, lettere a) e c).
    • Sezione Gestori rifiuti di imballaggio: impianti autorizzati a svolgere operazioni di gestione di rifiuti di imballaggio di cui all'allegato B e C della parte IV del D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152.

  4. Comunicazione Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche

    • Soggetti coinvolti nel ciclo di gestione dei RAEE rientranti nel campo di applicazione del D.Lgs. 49/2014.

  5. Comunicazione Rifiuti Urbani, Assimilati e raccolti in convenzione

    • soggetti istituzionali responsabili del servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani e assimilati.

  6. Comunicazione Produttori di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche

    • produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche iscritti al Registro Nazionale e Sistemi Collettivi di Finanziamento.

 

COMUNICAZIONE RIFIUTI SPECIALI SEMPLIFICATA E CARTACEA
NOVITA'

MUD semplificato_Guida

I soli soggetti che producono, nella propria Unità Locale, non più di 7 rifiuti per i quali sono tenuti a presentare la dichiarazione e, per ogni rifiuto, utilizzano non più di 3 trasportatori e 3 destinatari finali possono presentare il Modello Unico di Dichiarazione Ambientale, tramite la Comunicazione Rifiuti Semplificata riportata in Allegato 2 al D.P.C.M. 28 dicembre 2017.

La comunicazione va compilata esclusivamente inserendo i dati nel portale mudsemplificato.ecocerved.it ottenendo così il file in formato *.pdf stampabile della Comunicazione Rifiuti Semplificata.

L'accesso al portale avviene tramite credenziali che vengono rilasciate a conclusione di una semplice registrazione: non è necessaria la firma digitale.

A conclusione della compilazione il dichiarante deve stampare la dichiarazione in formato *.pdf.

La comunicazione va firmata con firma autografa o con firma digitale.

Il dichiarante deve versare, per ogni dichiarazione, i diritti di segreteria.

Non è più possibile compilare manualmente la Comunicazione Rifiuti semplificata.

Il dichiarante dovrà confezionare e spedire un unico file in formato *.pdf contenente:

  • la copia della Comunicazione Rifiuti semplificata firmata dal dichiarante e prodotta dal sito mudsemplificato.ecocerved.it;

  • la copia dell'attestato di versamento dei diritti di segreteria alla CCIAA competente;

  • la copia del documento di identità del dichiarante. Se la comunicazione è firmata digitalmente, non è necessario inserire la copia del documento d'identità.

Il file unico deve essere spedito esclusivamente via PEC all'indirizzo valido per tutto il territorio nazionale comunicazionemud@pec.it

Ogni mail trasmessa via PEC dovrà contenere una sola comunicazione MUD e dovrà riportare nell'oggetto esclusivamente il codice fiscale del dichiarante.

La spedizione può essere effettuata anche da casella PEC non intestata al dichiarante (associazione di categoria, professionista o consulente).

La casella PEC non potrà fornire alcun tipo di risposta ai messaggi pervenuti che non contengano una comunicazione MUD composta nel modo descritto.

La comunicazione effettuata con modalità diverse da quelle sopra indicate si considera inesatta.

Non è quindi più possibile inviare la Comunicazione Rifiuti semplificata con spedizione postale.

Il diritto di segreteria è di € 15,00 per ogni Unità Locale dichiarante.

Il diritto di segreteria spettante alla Camera di commercio deve essere versato utilizzando un bollettino di conto corrente postale indicando nella causale di versamento il codice fiscale del dichiarante e la dicitura "Diritti di Segreteria MUD - (legge 70/1994)".

l conto corrente postale della Camera di commercio di Taranto è: C/C nr. 242743.

 

COMUNICAZIONE RIFIUTI URBANI E ASSIMILATI
NOVITA'

I soggetti istituzionali responsabili del servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani e assimilati comunicano le seguenti informazioni relative all'anno precedente:

  1. la quantità dei rifiuti urbani raccolti nel proprio territorio;

  2. la quantità dei rifiuti speciali raccolti nel proprio territorio a seguito di apposita convenzione con soggetti pubblici o privati;

  3. i soggetti che hanno provveduto alla gestione dei rifiuti, specificando le operazioni svolte, le tipologie e la quantità dei rifiuti gestiti da ciascuno;

  4. i costi di gestione e di ammortamento tecnico e finanziario degli investimenti per le attività di gestione dei rifiuti, nonché i proventi della tariffa di cui all'articolo 238 ed i proventi provenienti dai Consorzi finalizzati al recupero dei rifiuti;

  5. i dati relativi alla raccolta differenziata;

  6. le quantità raccolte, suddivise per materiali, in attuazione degli accordi con i Consorzi finalizzati al recupero dei rifiuti;

  7. i Comuni devono comunicare la quantità di rifiuti di apparecchiatura elettriche ed elettroniche raccolte anche tramite i centri di raccolta, così come individuati dall'art.12 del D.Lgs. 49/2014.

La logica e le modalità di compilazione rimangono immutate rispetto alla dichiarazione presentata negli anni passati.

Non sono state apportate modifiche alla modulistica né alle istruzioni.

Il dichiarante deve compilare la Comunicazione rifiuti urbani esclusivamente per via telematica, tramite il sito www.mudcomuni.it predisposto da Unioncamere. Il modello allegato al decreto è riportato a scopo esemplificativo e non può essere utilizzato per trasmettere la dichiarazione.

La trasmissione può avvenire per via telematica o via PEC.

  • In caso di spedizione telematica la comunicazione va trasmessa, a conclusione della compilazione, dal sito www.mudcomuni.it. A questo fine i dichiaranti debbono essere in possesso di un dispositivo contenente il certificato di firma digitale valido al momento dell'invio, intestato al legale rappresentante o a soggetto da questi delegato.

  • I dichiaranti che non dispongono di firma digitale o non sono in grado di effettuare on-line il versamento del diritto di segreteria possono adempiere all'obbligo stampando e spedendo, alla Camera di commercio competente la scheda prodotta automaticamente dalla procedura sul sito www.mudcomuni.it, firmata dal legale rappresentante dell'impresa o suo delegato. La presentazione avviene mediante spedizione postale a mezzo di raccomandata senza avviso di ricevimento, allegando copia dell'attestato di pagamento.

  • In caso di spedizione telematica la comunicazione va trasmessa, a conclusione della compilazione, dal sito www.mudcomuni.it. A questo fine i dichiaranti debbono essere in possesso di un dispositivo contenente il certificato di firma digitale valido al momento dell'invio, intestato al legale rappresentante o a soggetto da questi delegato.

  • I soggetti che non dispongono di firma digitale o non sono in grado di effettuare on-line il versamento del diritto di segreteria adempiono all'obbligo con la procedura di seguito descritta:

    1. Compilare la Comunicazione inserendo i dati nel portale www.mudcomuni.it.

    2. Stampare la Sezione anagrafica prodotta automaticamente dalla procedura sul sito www.mudcomuni.it, firmata dal legale rappresentante del dichiarante o suo delegato.

    3. La comunicazione MUD in formato cartaceo dovrà riportare la firma autografa del dichiarante, e dovrà essere trasformata in un documento elettronico in formato *.pdf, necessario per l'invio a mezzo Posta Elettronica Certificata.

    4. L'unico file *.pdf che dovrà essere trasmesso a mezzo PEC dovrà contenere:

      • la copia della sezione anagrafica firmata dal dichiarante,

      • la copia dell'attestato di versamento dei diritti di segreteria alla CCIAA competente,

      • la copia del documento di identità del sottoscrittore. Se la comunicazione è firmata digitalmente, non è necessario inserire la copia del documento d'identità.

    5. Trasmettere via PEC all'indirizzo unico comunicazioneMUD@pec.it il file in formato *.pdf ottenuto.

Ogni mail trasmessa via PEC dovrà contenere una sola comunicazione MUD e dovrà riportare nell'oggetto esclusivamente il codice fiscale dell'Ente dichiarante.

La casella PEC non potrà fornire alcun tipo di risposta ai messaggi pervenuti che non contengano una comunicazione MUD composta nel modo descritto.

La comunicazione effettuata con modalità diverse da quelle sopra indicate si considera inesatta.

I diritti di segreteria sono pari a € 10,00 in caso di spedizione telematica e pari a € 15,00 in caso di spedizione cartacea.

Il diritto di segreteria deve essere corrisposto

  • nel caso di spedizione cartacea mediante versamento in conto corrente postale,

  • nel caso di spedizione telematica con carta di credito o avvalendosi del servizio fornito da Telemaco Pay.

Non verranno considerate valide ai fini di legge dichiarazioni presentate con modulistica diversa da quella prodotta dal sito www.mudcomuni.it.

Se il Comune era soggetto alla presentazione del MUD anche in quanto produttore iniziale di rifiuti o gestore di impianti dovrà presentare, separatamente, anche la Comunicazione Rifiuti.

 

Assistenza e quesiti

Ricordiamo, inoltre, che è attivo un servizio di assistenza telefonica, con il numero 02-22177090

Documenti

 

Informazioni
- - - - - - - - -
Camera di commercio – Taranto
Registro imprese

P.E.C. cciaa.taranto@ta.legalmail.camcom.it
P.E.C. R.I. registroimprese@ta.legalmail.camcom.it
email: ambiente@ta.camcom.it
Telefono: 099 778.3111
Fax: 099 778.3092
Call center 199 172310 (lunedì-venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 14.00 alle ore 17.00)

Aggiornata al 06.03.2018  

 

 


Documenta WORLDPASS Enterprise Europe Network

Interfidi

Borsa Merci Telematica Unimercatorum



Camera di commercio di Taranto - V.le Virgilio, 152 - 74121 Taranto Cod. Fisc. 80005050739 P.IVA 00413460734
 Visualizza le statistiche